.
Annunci online

  amoreepsiche Questo amore/ Così violento/ Così fragile/ Così tenero/ Così disperato/Questo amore/ Bello come il giorno/ Cattivo come il tempo/ Quando il tempo è cattivo
 
Diario
 


 

 

 

 

 

Sto studiando

Devo ancora decidere cosa dare a giugno ma penso fotografia e archivistica. E poi, chissà, magari una a scelta tra psicologia e musica. Intanto a febbraio ho dato Letteratura (alla grandeeee) e non ho registrato psicologia. Ad aprile ho consegnato laboratorio e ulteriori conoscenze linguistiche e poi riposo:D

 Sto leggendo


"Ma perchè non mi capisci? Alla ricerca di un linguaggio comune tra uomini e donne." di Deborah Tannen. L'ho finito da un pò: molto scorrevole e curioso il ritrovarsi nelle situazioni descritte nel libro.

Ho appena visto



"A million dollar baby"... Prima parte abbastanza scontata e, forse perchè ero stanca, mi è risultata un pò noisa. Seconda parte intensa e molto bella. Ha risollevato decisamente il film. Bè... in fondo per qualcosa doveva pur aver vinto l'oscar;)


10 dicembre 2004

Due saluti particolari...

1. A ombresulcielo: rimettiti presto, anzi prestissimo!!
2. A Dnl: un bacione per cercare di toglierti un pò di tristezza!!




permalink | inviato da il 10/12/2004 alle 18:13 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa


10 dicembre 2004

Natale in arrivo...

Negli anni passati ero riuscita a ritrovare il gusto del Natale...la sua magia e tutto ciò che l'accompagna quando si è bambini. Da due anni invece non lo sento più...non ho voglia di far regali e di far nulla di particolare. Mi scoccia anche la solita festa solo con i miei nonni e una zia di mia madre. Per una volta mi piacerebbe che si unissero anche i miei zii e i miei cugini. Ma temo che stavolta sarà come le altre. Che palle!!

Bè..in effetti non è che mi cambierebbe molto, solo sarebbe più piacevole passare la vigilia..ok, mi accontento del pranzo..anche con loro, visto che li vedo poche volte. Bho...vedremo che succede.

Devo ancora comprare i regali. A dire la verità non so ancora neanche cosa comprare a parte a mia sorella (per lei l'ho già deciso due mesi fa ).

Ecco spiegato perchè non mi piacciono i giorni prossimi a Natale, compleanni e qualsiasi festività necessiti di regali. NON SO MAI CHE REGALARE!!!




permalink | inviato da il 10/12/2004 alle 18:7 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


30 novembre 2004

Piacevole constatazione...

Mi sento strana negli ultimi giorni. Sembra quasi che tutto ciò che mi capita mi scivoli via come se niente fosse. No, non è così. Non tutto. Ma ci sono situazioni sulle quali avrei scommesso una mia precisa reazione. E invece...o nulla, o la reazione opposta. Calma, rilassata ma allo stesso tempo dura e decisa. Ecco...decisa. E' così che mi sento ultimamente ed è strana come sensazione. Io che per 19 anni sono stata un'inguaribile indecisa ora eccomi qui, sicura di me. Sensazione strana ma, lo ammetto, molto bella. Mi sento forte, ma non perchè so di esserlo, ma perchè mi rendo conto che ho attorno più persone di quanto credessi.
Ieri parlavo con un amico che mi ha fatto riflettere sul mio modo di porgermi alle persone. Un modo di fare tranquillo e pacifico con tutti. E' vero, non mi piace creare problemi e tensioni....ma l'ho avvisato di non farmi incavolare perchè in quel caso...bè, com'è che si dice? Sono buona e cara ma....!! Ehehehe...a parte gli scherzi non solo questo ma anche altre sue affermazioni mi hanno fatto pensare e mi hanno fatto sorridere. Cavolo!! Quanto è cambiata la mia vita da quando sono all'università. Ma soprattutto...CAVOLO!! MA QUANTO SONO CAMBIATA IO!?!?!(Si intende che il cambiamento è positivissimo;))




permalink | inviato da il 30/11/2004 alle 17:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


26 novembre 2004

Dopo tante lacrime finalmente un sorriso...

Dopo la materia data che altro ho da dire? Un secolo fa avevo promesso a lavoro da filosofo che avrei scritto qualcosa di allegro. Bè...eccomi qui. Ho una bella notizia per lui.

Il giorno dell'ultimo post è stato il giorno in cui ho abbandonato la mia tristezza. Troppo facile detta così, vero? Si, in effetti non si può abbandonare la tristezza a comando. Ma è stato così improvviso che mi ha stupito.

Ho cercato di spiegarmi come sia stato possibile che un giorno stavo male e il giorno dopo non avevo più voglia, e neanche bisogno, di piangere. Il motivo è che quel giorno è stato forse quello in cui mi sono sfogata di più e alla fine mi sono come svuotata. Mi sono sentita stanca, senza più voglia di reagire. Solo di cambiare pagina e di tornare con un sorriso da chi mi dimostra di volermi bene. E così è stato.

E' normale che le cose non sono così semplici. Un pò di amarezza ogni tanto c'è. Ma c'è anche consapevolezza. Non chiedetemi di che...questo lo tengo per me.

E così, mi sono rimessa a studiare e oggi sono tornata dai miei colleghi/amici che mi avevano dato per dispersa vista la mia assenza delle ultime settimane per causa-studio. Forse proprio questa assenza mi ha fatto capire un bel pò di cose. Vuoi vedere che devo mettermi a ringraziare l'estetica??




permalink | inviato da il 26/11/2004 alle 19:55 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


26 novembre 2004

E ora un po' di relax

Cavolo...quato tempo dall'ultimo aggiornamento. Ne è passato proprio tanto eppure mi è sembrato che fosse volato.

 

Bè..se lo guardiamo dal punto di vista dello studio, è volato. E questo è un bene perchè questo significa che posso finalmente rilassarmi.

Due settimane di studio da pazzi. Perchè? Perchè ho dovuto cambiare filosofo (ho studiato estetica) e rivedere ciò che, con calma, avevo fatto due mesi prima e che nn ricordavo più (così la prossima volta imparo a non "dormire" sui libri. Però alla fine questa materia è andata. Come? Bè...il voto è buono, ma mi sarebbe piaciuto avere di più visto che, pur avendo lavorato con molta calma, ho lavorato bene. E invece...la mia solita sfiga nel trovarmi davanti l'assistente che è più pignolo del prof (a linguistica generale ho, invece, beccato il prof...che è mooooolto più pignolo dei suoi assistenti). Mah...che fortuna!!

Comunque, l'importante è che anche questa materia sia andata. E ora del primo mi resta solo storia contemporanea ma prima mi sa che mi dedicherò a qualche materia del secondo.

E ora...relax!!




permalink | inviato da il 26/11/2004 alle 19:29 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


4 novembre 2004

Lacrime


 


 


 


Troppo belle queste parole per non trascriverle...forse sarà il mio umore ma mi piacciono.

troppe lacrime versate...

troppe poche lacrime fatte uscire dai propri occhi...

troppe poche volte ci siamo lasciati prendere... e abbiamo pianto.

troppe volte abbiamo trattenuto la voglia di scoppiare a piangere...

... e troppe volte, per la paura di essere giudicati piccoli... ingenui... abbiamo vissuto con un grosso groppo in gola... abbiamo camminato a testa bassa per non far notare gli occhi lucidi... le lacrime che rigavano il viso... per non far vedere il dolore attraverso i nostri occhi.

ed altrettante volte siamo scoppiati in lacrime per niente... ma quel pianto ci ha resi davvero liberi.

perchè solo allora abbiamo davvero potuto dire a noi stessi, ciò che provavamo in quel momento.

e tra un singhiozzo ed un altro, asciugati gli occhi ed il viso rigato dalle lacrime, scese giù, giù giù... fino a raggiungere il mento... ci siamo detti che quel pianto... doveva rimanere segreto.

eppure...

non ci siamo mai chiesti se davvero tenere il nostro piccolo segreto sarebbe stata la cosa migliore.

perchè eravamo talmente abituati ad essere giudicati ingenui,

che credere che ci fosse qualcuno disposto ad aiutarci, ci sarebbe sembrata un'utopia.

eppure niente può sostituire un abbraccio offerto per consolarci...

niente può sostituire una calda mano, pronta ad usciugarci le lacrime sul viso.

niente può sostituire un bacio in fronte, per dire che qui va tutto bene...

che non c'è bisogno di preoccuparsi o di asciugarsi in fretta il viso, per nascondere il dolore.

perchè il dolore non va nascosto.

la fragilità fa parte di ognuno di noi...

e "...le lacrime che non escono si depositano sul cuore, con il passare del tempo lo incrostano e lo paralizzano come il calcare incrosta e paralizza gli ingranaggi della lavatrice..."

le lacrime non sono altro che

Piccole voci che scono dal Cuore

ed anche se a volte possono risultare inspiegabili,

sono vere.

e se un giorno ti capiterà di vedere qualcuno piangere,

non preoccuparti di non sapere cosa dire.

i silenzi parlano più di mille fiumi di parole...

le lacrime valgono più di mille "sto male"

ed un abbraccio vale per asciugare milioni di dolci e salatissime lacrime

che scendono giù dagli occhi,

come gocce di pioggia.




permalink | inviato da il 4/11/2004 alle 18:37 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


31 ottobre 2004



"Ci sono momenti in cui ti senti svuotato. In cui ti senti franare il terreno sotto i piedi. E stai male. Non sai come agire, cosa fare. Non sai come farti capire.

E allora crolli. Crolli in un pianto continuo, intenso. Un pianto che fa male. Un pianto che dice tutto di te e di ciò che hai dentro.

Sono momenti in cui vorresti stare sola per sentirti libera di esprimere le tue emozioni. Ma non puoi. E allora soffochi il tuo pianto e nascondi i tuoi occhi rossi dietro dei capelli disordinati.

Vorresti urlare. Urlare che non ne puoi più. Che vorresti cancellare o cambiare alcune cose. Ma non puoi più cambiarle. Non si possono più cambiare.

E allora vivi, momento per momento, questa angoscia, questa ferita. Una ferita che DEVE rimarginarsi. DEVE perché è quello che tu vuoi. DEVE per te.

Ma non è detto che ciò accadrà. E allora continui a far scorrere la tua vita, momento per momento, nella speranza. La speranza che qualcosa cambi. E in meglio.”

 

28/10/’04 ore 18:25




permalink | inviato da il 31/10/2004 alle 13:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


30 ottobre 2004

Resoconto di un viaggio...

In Spagna...



 



 



 



 

Le foto che vedete qui sopra ritraggono L'Alhambra, a Granada. Un posto meraviglioso con tantissimi giardini con giochi d'acqua. Tantissime anche le decorazioni arabe che mi hanno letteralmente lasciata a bocca aperta. La precisione con cui apparivano fatte, anche nei tetti oltre che nelle pareti è a dir poco strabiliante.

Un posto magico, stupendo. All'ingresso, prima di pagare il biglietto, c'è un viale alberato che ti trasmette una tranquillità incredibile. Lì si può entrare liberamente e molti vi si recano per passeggiare (pur essendo estremamente in salita). Un posto anche romantico, se si vuole. Bello, bello, bello!!

Altro posto spettacolare che ho visitato è stata la mosquita, a Cordoba. Eccovi due foto al riguardo:



 



 



 



 

Una moschea con circa 900 colonne. In origine erano più di mille ma alcune furono eliminate per permettere la costruzione di una cattedrale al suo interno. Spettacolare anch'essa con le sue luci soffuse. Non si può spiegare un posto del genere, bisogna assolutamente vederlo.

In questa 4giorni-spagnoli ho anche visitato la Cueva di Neja. Una grotta di stalattiti e stalagmiti che però è ormai morta. Lo spettacolo che in confronto offre la grotta di Frasassi, ancora viva, è...bellissimo. (Oggi mi sento in vena di complimenti. )

Ultimo giorno. Un giro a Malaga, dove attualmente vive mia sorella con la quale ho girato tutti questi posti, e al Castello. A parte gli oltre 2000 passi (contati da mia madre )tutti, ahimè, rigorosamente in salita...lo spettacolo non è male. Ma un'altra volta prenderei decisamente il pullman.

Piccola cronaca di viaggio dopo un periodo di silenzio!

Ciaoooo!!!




permalink | inviato da il 30/10/2004 alle 21:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


19 ottobre 2004



Oggi non sono in vena. Avrei preferito parlarne, discuterne senza lasciare le cose in sospeso. Accennate con un semplice messaggio. Non sopporto questa situazione ma soprattutto non mi piace che si sia creata con lui.




permalink | inviato da il 19/10/2004 alle 22:5 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


17 ottobre 2004

Una giornata tra cibo e tranquillità

Oddio...come titolo non è il massimo. Sembra quasi che non ho fatto altro che dormire e mangiare. Bè, non è proprio così. Anzichè dormire ho studiacchiato e chiacchierato non poco.

Sveglia alle 6:30 per andare in campagna da mio nonno. C'era da fare il vino. O meglio...mio padre con mio nonno e mio zio dovevano fare il vino. Mia madre con mia nonna e mia zia dovevano fare biscotti (i cosiddetti "mustazzola"..hem, non so come si chiamano in italiano, e dei normali ma buonissimi biscotti al latte) e pizze per il pranzo. Io...hem...io avrei dovuto studiare e mangiare!! E' chiaro come il tempo dedicato alla prima delle mie attività sia stato decisamente minimo (ma non minore dell'altro...non esageriamo)!!

Bè...dire che in quella casa l'odore si sentiva già alle dieci è dire poco. L'odore dei biscotti appena sfornati e del vino che scorreva per poi giungere nelle botti.....una delizia!

(Che poi..secondo voi, con i biscotti appena sfornati sul tavolo...potevo starmene chiusa in camera a studiare???)

E per le pizze del pranzo...bè per quelle non ci sono commenti. Trrrrropppo buoneeee!!

Ok...ma ora basta....sarà meglio tornare all'alimentazione sana e regolare di sempre. Si si...meglio così...

...

Buon pranzo!!




permalink | inviato da il 17/10/2004 alle 13:45 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa

sfoglia     novembre       
 

 rubriche

Diario

 autore

Ultime cose
Il mio profilo

 link

La Repubblica
il Rezzonico
dnl82
lord
bia
Pirru

Blog letto 22176 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0

Feed ATOM di questo blog Atom